< INDIETRO
  • novembre

    5

    2018
Rifacimento bagno: lavori fondamentali e detrazioni

Rifacimento bagno: lavori fondamentali e detrazioni

Oggi i lavori di rifacimento del bagno sono un po’ diversi rispetto al passato. Infatti l’idea della stanza da bagno è nettamente cambiata. Il bagno è ormai un ambiente della casa non solo funzionale ma curato nei minimi dettagli e con grande attenzione per il design. In un certo senso il bagno ha finalmente conquistato un ruolo importante all’interno della casa, uno spazio non più da nascondere ma bensì da mostrare e di cui essere orgogliosi. Per ristrutturare il bagno i lavori da fare sono veramente tanti, tra quelli più funzionali a quelli più estetici. Sicuramente molto dipende anche dallo stato del bagno, cosa spinge alla ristrutturazione e quali sono i gusti e le esigenze personali. Per prima cosa dunque è bene chiarirsi le idee su cosa si vuole e si deve ottenere con il rifacimento del bagno e poi rivolgersi a professionisti.

RISTRUTTURAZIONE BAGNO: I 4 LAVORI DA FARE
Gli interventi da realizzare per rinnovare il bagno possono essere distinti in 4 categorie generiche:

  • Rifacimento impianti;
  • Rivestimenti pareti e pavimento;
  • Sostituzione sanitari.

Ognuna di queste categorie di lavori può essere effettuata su più livelli e interessando vari aspetti. L’impianto idraulico è il cuore pulsante del bagno e la sua sostituzione quasi sempre necessaria dopo alcuni anni. Deterioramento tubi, piccoli danni o perdite, spingono all’installazione di tubazioni più moderne, come quelle in materiale plastico. In alcuni casi, accanto al rifacimento dell’impianto idraulico, si può svolgere anche quello dell’impianto elettrico. Rifare totalmente il bagno comporta quasi sempre la rimozione del vecchio pavimento e dei rivestimenti alle pareti, soprattutto quando si deve intervenire sugli impianti. Il mercato attuale offre tante soluzioni esteticamente molto accattivanti, in linea con le tendenze ma anche con i diversi gusti. L’importante è scegliere il rivestimento che si integra perfettamente con lo stile del resto della casa.

L’ultimo passaggio, per completare la ristrutturazione del bagno, comporta il montaggio dei nuovi sanitari. Qua la questione si fa seria! Infatti è possibile scegliere tra diversi modelli di sanitari, da quelli tradizionali e poggiati a terra, fino a quelli sospesi, molto di moda. La scelta dipende dal gusto ma anche da quanto si vuole spendere e dalla difficoltà dell’installazione. I sanitari sospesi, ad esempio, necessitano di lavori di muratura per il fissaggio a parete.

DETRAZIONI PER IL RIFACIMENTO DEL BAGNO
Premesso che ristrutturare il bagno può avere dei costi abbastanza elevati, è bene sapere che si può beneficiare di detrazioni fiscali. Questo significa che si risparmia ristrutturando! Tra le detrazioni per la ristrutturazione, quelle per il bagno attualmente prevedono un’agevolazione pari al 50% sulle spese sostenute. Ma in quali casi? E’ possibile detrarre solo quando si effettuano lavori di rifacimento impianti del bagno. Dunque la sostituzione sanitari, tinteggiatura pareti, installazione nuovi rivestimenti sono detraibili solo se fanno parte di un intervento più ampio di manutenzione straordinaria. In ogni caso, dati i frequenti aggiornamenti in materia, si consiglia di chiedere informazioni ad aziende specializzate in ristrutturazione, prima di iniziare i lavori.


© 2016 - 2018 MARTINO CANTIERI SRL. All Rights Reserved