< INDIETRO
  • dicembre

    28

    2018
Il cappotto termico: la migliore scelta per isolare casa

Il cappotto termico: la migliore scelta per isolare casa

Il cappotto termico non è altro che un rivestimento utile a migliorare l’isolamento di un immobile. Infatti è frequente e consigliato, quando si decide di ristrutturare casa, definire un intervento di isolamento. Questo serve ad ottenere un elevato confort abitativo, con risultati immediati anche dal punto di vista del risparmio energetico e di soldi! Il cappotto generalmente può essere realizzato sia all’esterno che all’interno di un’abitazione e consiste nell’applicazione di speciali pannelli isolanti. I materiali utilizzati possono essere naturali (lana di roccia, fibra di vetro, sughero, fibra di legno ecc.) oppure sintetici (PVC, poliuretano espando o estruso ecc.).

Ogni materiale offre buone capacità isolanti, pur con le dovute differenze tecniche e di prezzo. Certamente la ditta incaricata alla realizzazione del cappotto termico ha le competenze tali per poter consigliare il materiale migliore, così come anche l’intervento più efficace. In ogni caso si può dire che il cappotto termico esterno è l’operazione che assicura migliori risultati, rispetto a quello interno, in quanto isola la casa da fuori, quindi direttamente dove sono presenti gli agenti atmosferici (caldo, freddo) che influenzano la temperatura esterna ed interna.

I vantaggi del cappotto termico esterno

E’ chiaro che un cappotto esterno assicura il miglioramento immediato della vivibilità in casa, dato che riesce a mantenere costanti le temperature all’interno. In pratica sono eliminati i fastidiosi ponti termici, cioè particolari zone dalle quali si può infiltrare l’aria e provocare dispersione termica. Con l’isolamento termico esterno, dunque, il calore prodotto dal riscaldamento in casa durante l’inverno non si disperde verso l’esterno, mentre, in estate, il caldo resta decisamente all’esterno.

Tutto questo si traduce in un minore spreco energetico, visto che riscaldamento e climatizzazione non devono essere utilizzati continuamente per poter mantenere costante la temperatura della casa. Un minore consumo energetico equivale ad esercitare anche un minore impatto sull’ambiente e sul proprio portafogli! E’ stato stimato dall’ENEA, Ente per le Nuove Tecnologie, Energia e Ambiente, in uno dei suoi rapporti annuali sull’efficienza energetica, che il risparmio energetico e costo in bolletta annuale che si ottiene con un cappotto termico esterno è pari al 20%.

Inoltre bisogna considerare che, se anche la realizzazione dell’isolamento esterno ha dei costi un po’ elevati, essendo considerato un lavoro finalizzato al miglioramento energetico di una casa gode di alcune detrazioni, come ad esempio l’Ecobonus. In merito si raccomanda sempre di verificare gli ultimi aggiornamenti in materia e/o richiedere informazioni più dettagliate alla ditta di ristrutturazione incaricata di realizzare il cappotto termico. Inoltre la spesa è ammortizzata nel giro di pochi anni, mentre il benessere in casa è pressoché immediato.


© 2016 - 2018 MARTINO CANTIERI SRL. All Rights Reserved